Notizie Costiera Amalfitana - Notizie Costiera Amalfitana

Abbiamo a cuore la tua privacy

Come indicato nella cookie policy, noi e alcuni partner selezionati facciamo uso di tecnologie, quali i cookie, per raccogliere ed elaborare dati personali dai dispositivi (ad esempio l'indirizzo IP, tracciamenti precisi dei dispositivi e della posizione geografica), al fine di garantire le funzionalità tecniche, mostrarti pubblicità personalizzata, misurarne la performance, analizzare le nostre audience e migliorare i nostri prodotti e servizi. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalità indicate. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante "Preferenze". Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su "Accetta" o rifiutarne l'uso facendo click su "Rifiuta".

RifiutaPersonalizzaAccetta

Notizie Costiera Amalfitana - Notizie Costiera Amalfitana

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni su un dispositivo (e/o vi accediamo), quali cookie e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo per le finalità descritte sotto. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori di trattarli per queste finalità. In alternativa puoi fare clic per negare il consenso o accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Cookie strettamente necessari Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito e non possono essere disattivati ​​nei nostri sistemi. Di solito vengono impostati solo in risposta alle azioni da te effettuate che costituiscono una richiesta di servizi, come l'impostazione delle preferenze di privacy, l'accesso o la compilazione di moduli. È possibile impostare il browser per bloccare o avere avvisi riguardo questi cookie, ma di conseguenza alcune parti del sito non funzioneranno. Questi cookie non archiviano informazioni personali.

Cookie per pubblicità mirata Questi cookie possono essere impostati tramite il nostro sito dai nostri partner pubblicitari. Possono essere utilizzati da queste aziende per costruire un profilo dei tuoi interessi e mostrarti annunci pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma sono basati unicamente sull'individuazione del tuo browser e del tuo dispositivo internet. Se non si accettano questi cookie, riceverai una pubblicità meno mirata.

Rifiuta tuttoAccetta tuttoAccetta selezionati

Ultimo aggiornamento 5 ore fa S. Leone IX papa

Notizie Costiera Amalfitana - Notizie Costiera Amalfitana

Notizie Costiera Amalfitana

GM Engineering srl, sicurezza, lavoro, ingegneriaSmall Boutique Hotel in Costiera Amalfitana, Villa Romana Hotel & SPAHotel Santa Caterina, Albergo 5 Stelle lusso ad Amalfi. Ristorante Il Glicine, stella Michelin ad Amalfi

Tu sei qui: CronacaIncidente sul lavoro al porto di Napoli, morto il trapanese Gaspare Davì: lascia moglie e 2 figlie

Cronaca

Napoli, porto, incidente, lavoro, cronaca, tragedia, Trapani, marittimo, padre di famiglia

Incidente sul lavoro al porto di Napoli, morto il trapanese Gaspare Davì: lascia moglie e 2 figlie

A seguito della tragedia è stata aperta una inchiesta per ricostruire l'esatta dinamica dell’incidente

Inserito da (Redazione Costa d'Amalfi), lunedì 25 marzo 2024 08:04:08

Dolore e sgomento a Napoli per Gaspare Davì, il lavoratore marittimo che ha perso la vita sabato sera al porto durante una fase di imbarco veicoli.

Sposato e padre di due figli, il 44enne, originario di Trapani, è morto sul colpo, schiacciato da un tir che era appena entrato nella pancia della nave GNV Antares (GNV & Snav). Immedaito l'intervento dei soccorsi, ma per l'operaio non c'è stato nulla da fare.

A seguito della tragedia è stata aperta una inchiesta per ricostruire l'esatta dinamica dell'incidente.

"Un'altra vittima, un altro operaio morto a soli 44 anni mentre era a lavoro, questa è una strage che va fermata! L'indignazione non basta servono azioni forti, il governo ci ascolti". Così Giovanni Sgambati, segretario generale della UIL di Napoli e Campania, commentando l'ennesima tragedia sul lavoro.

"Il prossimo 11 aprile - continua Sgambati - saremo in sciopero perché il mondo del lavoro pretende risposte, pretende azioni adesso. Servono più ispettori, servono controlli, serve frenare le gare al ribasso e i sub appalti. Serve una procura speciale per gli incidenti sul lavoro, per tutelare la vita delle persone. Perché la morte sul lavoro non è semplice fatalità, ma è un vero e proprio omicidio. Fermiamo questa mannaia".

"Questo è solo l'ultimo degli infortuni mortali che vedono coinvolti tragicamente i lavoratori e le loro famiglie; è l'ennesima morte bianca in Campania che negli ultimi 10 anni, con oltre 1.100 vittime sul lavoro, si pone ai primi posti di una tragica e assurda classifica nazionale", dichiara in comunicato la Uiltrasporti Campania che "ritiene inammissibile quanto accade nei luoghi di lavoro in merito alla sicurezza dei lavoratori stessi e della loro vita, perché al giorno d'oggi NON E ACCETTABILE MORIRE DI LAVORO".

"Il nostro è un paese in cui mediamente muoiono sul lavoro tre persone al giorno e, pertanto, non può essere considerato un paese civile e rispettoso del valore della vita. Non è accettabile rischiare e perdere la vita semplicemente per portare a casa uno stipendio.
Come organizzazione sindacale chiediamo al Governo di aggiornare le normative di settore che evidentemente non sono più adeguate, e, al contempo, chiediamo di investire sulla formazione continua e strutturata. Ma tutto questo da solo non è sufficiente: per dire BASTA A MORTI NON PIU' TOLLERABILI occorre intensificare i presidi di controllo (aumentando ispettori e ispezioni) ed emettere sanzioni più severe alle Aziende che violano le regole!!! Ormai non si può più restare in silenzio e non si può far finta di nulla! La Uiltrasporti Campania, nello stringersi attorno alla famiglia e ai colleghi di Gaspare, esprime massimo cordoglio e vicinanza per la tragica morte".

Fonte: Positano Notizie

Galleria Fotografica

Gaspare Davì<br />&copy; Gaspare Davì Gaspare Davì © Gaspare Davì

rank: 10358109

Cronaca

Cronaca

Treviso, investito dal papà in retromarcia: bimbo di un anno e mezzo muore in ospedale

Dolore e sgomento a Dosson di Casier, in provincia di Treviso. Non ce l'ha fatta Matteo Vidali, il bimbo di un anno e mezzo investito dal padre che stava facendo retromarcia con l'auto nel giardino di casa. Come riporta Sky TG24, il genitore non si era accorto della presenza del piccolo e lo ha travolto...

Cronaca

Napoli, incidente in galleria: Michele muore a soli 37 anni

Tragedia in tarda mattinata nella galleria di Piazza Sannazaro a Napoli, dove si è verificato un violento incidente che provocato la morte di Michele Angelillo. Il 37enne, come riporta il quotidiano "Il Mattino", era alla guida di una Honda SH 300 quando, per cause ancora in corso di accertamento, ha...

Cronaca

Agerola, nasconde pistola clandestina nella controsoffittatura: arrestato imprenditore

Un imprenditore di 58 anni, con precedenti, è stato arrestato dai carabinieri di Agerola per detenzione di arma clandestina. Durante una perquisizione presso il distributore di carburante che gestisce con sua figlia, i carabinieri hanno trovato una pistola Titan calibro 25 con matricola abrasa e 6 proiettili...

Cronaca

Ospedale di Nola, parente di una paziente distrugge il pronto soccorso e ferisce infermiere e guardie giurate

Momenti di paura stanotte all'Ospedale Santa Maria della Pietà di Nola, dove un parente di una paziente ha distrutto il pronto soccorso con una spranga di ferro. Come racconta l'organizzazione "Nessuno tocchi Ippocrate", il parente pretendeva di entrare in OBI (osservazione breve intensiva) per fare...

Notizie Costiera Amalfitana - Notizie Costiera Amalfitana

Abbiamo notato che stai usando uno strumento che blocca gli annunci pubblicitari.

La pubblicità ci permette di offrirti ogni giorno un servizio di qualità.

Per supportarci disattiva l'AdBlock che stai utilizzando.