Notizie Costiera Amalfitana - Notizie Costiera Amalfitana

Abbiamo a cuore la tua privacy

Come indicato nella cookie policy, noi e alcuni partner selezionati facciamo uso di tecnologie, quali i cookie, per raccogliere ed elaborare dati personali dai dispositivi (ad esempio l'indirizzo IP, tracciamenti precisi dei dispositivi e della posizione geografica), al fine di garantire le funzionalità tecniche, mostrarti pubblicità personalizzata, misurarne la performance, analizzare le nostre audience e migliorare i nostri prodotti e servizi. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalità indicate. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante "Preferenze". Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su "Accetta" o rifiutarne l'uso facendo click su "Rifiuta".

RifiutaPersonalizzaAccetta

Notizie Costiera Amalfitana - Notizie Costiera Amalfitana

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni su un dispositivo (e/o vi accediamo), quali cookie e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo per le finalità descritte sotto. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori di trattarli per queste finalità. In alternativa puoi fare clic per negare il consenso o accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Cookie strettamente necessari Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito e non possono essere disattivati ​​nei nostri sistemi. Di solito vengono impostati solo in risposta alle azioni da te effettuate che costituiscono una richiesta di servizi, come l'impostazione delle preferenze di privacy, l'accesso o la compilazione di moduli. È possibile impostare il browser per bloccare o avere avvisi riguardo questi cookie, ma di conseguenza alcune parti del sito non funzioneranno. Questi cookie non archiviano informazioni personali.

Cookie per pubblicità mirata Questi cookie possono essere impostati tramite il nostro sito dai nostri partner pubblicitari. Possono essere utilizzati da queste aziende per costruire un profilo dei tuoi interessi e mostrarti annunci pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma sono basati unicamente sull'individuazione del tuo browser e del tuo dispositivo internet. Se non si accettano questi cookie, riceverai una pubblicità meno mirata.

Rifiuta tuttoAccetta tuttoAccetta selezionati

Ultimo aggiornamento 3 ore fa S. Saba martire

Notizie Costiera Amalfitana - Notizie Costiera Amalfitana

Notizie Costiera Amalfitana

GM Engineering srl, sicurezza, lavoro, ingegneriaSmall Boutique Hotel in Costiera Amalfitana, Villa Romana Hotel & SPAHotel Santa Caterina, Albergo 5 Stelle lusso ad Amalfi. Ristorante Il Glicine, stella Michelin ad Amalfi

Tu sei qui: CronacaNapoli, truffa da 2,3 milioni di euro: ecco come 285 extracomunitari percepivano il Reddito di Cittadinanza

Cronaca

Napoli, Reddito di Cittadinanza, extracomunitari, truffa

Napoli, truffa da 2,3 milioni di euro: ecco come 285 extracomunitari percepivano il Reddito di Cittadinanza

Le indagini hanno tratto origine da attività ispettive nei confronti di numerosi cittadini stranieri, privi di rapporti lavorativi o assistenziali con l’INPS, che richiedevano il codice fiscale poco prima  della presentazione della domanda per accedere al reddito di cittadinanza e che, ottenuto il  beneficio, utilizzavano le carte Postepay RdC per effettuare acquisti presso lo stesso esercizio  commerciale, per importi significativi, talvolta nello stesso giorno e in orari ravvicinati.  

Inserito da (Redazione Costa d'Amalfi), giovedì 15 febbraio 2024 10:55:30

Per delega del Procuratore della Repubblica si comunica che, in data odierna, militari del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria della Guardia di Finanza di Napoli hanno eseguito un'ordinanza di applicazione di misura cautelare personale e reale, emessa dal G.I.P. del Tribunale di Napoli, su richiesta della Procura della Repubblica di Napoli - Seconda Sezione - Reati contro la P.A., nei confronti di sei persone gravemente indiziate, a vario titolo, dei reati di associazione per delinquere, truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche, usura, estorsione, abusiva attività finanziaria e autoriciclaggio.

Le indagini hanno tratto origine da attività ispettive nei confronti di numerosi cittadini stranieri, privi di rapporti lavorativi o assistenziali con l'INPS, che richiedevano il codice fiscale poco prima della presentazione della domanda per accedere al reddito di cittadinanza e che, ottenuto il beneficio, utilizzavano le carte Postepay RdC per effettuare acquisti presso lo stesso esercizio commerciale, per importi significativi, talvolta nello stesso giorno e in orari ravvicinati.

Gli approfondimenti svolti avrebbero consentito di appurare che il suddetto esercizio commerciale, sito in Napoli, era la sede operativa di una consorteria criminale che consentiva ad un'ampia platea di soggetti di eludere le prescrizioni poste a presidio del corretto utilizzo del reddito di cittadinanza mediante acquisti simulati di prodotti alimentari cui faceva seguito la restituzione in contanti della somma pagata, decurtata di una percentuale variabile tra il 10% e il 20% trattenuta dai promotori del sodalizio. Questi ultimi avrebbero utilizzato false fatture emesse da una società collegata, priva di reale operatività, per giustificare il volume anomalo delle vendite effettuate. Inoltre, avrebbero reinvestito i proventi dell'illecita attività versando caparre per acquistare immobili da intestare alle rispettive consorti.

L'indagine avrebbe consentito di accertare, altresì, l'indebita percezione del Rdc per un importo complessivo di oltre 2,3 milioni di euro da parte di 285 cittadini extracomunitari che avrebbero dichiarato falsamente di risiedere da almeno dieci anni sul territorio nazionale.

Il sodalizio avrebbe posto in essere anche altre attività illecite, come l'esercizio abusivo di attività finanziaria e la concessione di prestiti ad un tasso usurario variabile dal 30% ad oltre l'800% a 15 soggetti in difficoltà finanziaria, talvolta con minacce e violenze nei confronti delle vittime quando non rispettavano le scadenze dei pagamenti. A riscontro di ciò, in sede di perquisizione, sono stati sottoposti a sequestro appunti manoscritti, denaro contante per circa 92.000 euro, nonché assegni bancari e titoli cambiari per un totale di circa 158.000 euro.

Su queste basi, quattro indagati sono stati oggi sottoposti alla custodia cautelare in carcere e due agli arresti domiciliari. Contestualmente, è stato eseguito il sequestro preventivo di disponibilità finanziarie nonché di beni mobili e immobili per un ammontare complessivo di circa 90 mila euro. Nel corso delle indagini, erano già stati sequestrati l'intero capitale sociale e il complesso aziendale delle società degli indagati.

Il provvedimento eseguito in data odierna è una misura cautelare disposta in sede di indagini preliminari avverso cui sono ammessi mezzi di impugnazione, e i destinatari della stessa sono persone sottoposte alle indagini e quindi presunte innocenti fino a sentenza definitiva

Fonte: Positano Notizie

Galleria Fotografica

Napoli, truffa da 2,3 milioni di euro: ecco come 285 extracomunitari percepivano il Reddito di Cittadinanza <br />&copy; Guardia di Finanza Napoli, truffa da 2,3 milioni di euro: ecco come 285 extracomunitari percepivano il Reddito di Cittadinanza © Guardia di Finanza

rank: 10138101

Cronaca

Cronaca

Incendio a Salerno, in fiamme deposito abusivo di rifiuti solidi ingombranti lungo la strada

Un incendio è scoppiato alle prime ore dell'alba in un deposito abusivo di rifiuti solidi ingombranti situato in via Eduardo De Filippo, nella zona orientale di Salerno. I rifiuti erano posizionati lungo la strada, vicino a un cantiere per la costruzione di nuove palazzine. La squadra della sede Centrale...

Cronaca

Perseguita e minaccia l’ex compagna, divieto di avvicinamento per 43enne di Cava de’ Tirreni

Nella giornata di ieri, 22 aprile, i Carabinieri della Tenenza di Cava de' Tirreni hanno dato esecuzione a un'ordinanza applicativa della misura cautelare del divieto di avvicinamento ai luoghi abitualmente frequentati dalla persona offesa nei confronti di un 43enne del luogo. Il provvedimento è stato...

Cronaca

Salerno, a fuoco discarica abusiva di rifiuti

Alle prima luci dell'alba la Sala Operativa dei Vigili del Fuoco di Salerno è stata attivata per l'incendio di un deposito abusivo di rifiuti solidi ingombranti in via Eduardo De Filippo, nella zona orientale del capoluogo. I rifiuti erano situati sulla strada a ridosso di un cantiere per la costruzione...

Cronaca

Napoli, spari al parco giochi di Fuorigrotta: la signora Luisa torna nel luogo dove venne ferita

Stamattina la signora Luisa, ferita ad una gamba durante una sparatoria tra baby-gang, è tornata nell'area giochi a piazza Italia a Fuorigrotta "scortata" dai cittadini a cui si sono uniti alcuni rappresentati di Europa Verde tra cui il deputato Francesco Emilio Borrelli, l'assessora della Municipalità...

Notizie Costiera Amalfitana - Notizie Costiera Amalfitana

Abbiamo notato che stai usando uno strumento che blocca gli annunci pubblicitari.

La pubblicità ci permette di offrirti ogni giorno un servizio di qualità.

Per supportarci disattiva l'AdBlock che stai utilizzando.