Notizie Costiera Amalfitana - Notizie Costiera Amalfitana

Abbiamo a cuore la tua privacy

Come indicato nella cookie policy, noi e alcuni partner selezionati facciamo uso di tecnologie, quali i cookie, per raccogliere ed elaborare dati personali dai dispositivi (ad esempio l'indirizzo IP, tracciamenti precisi dei dispositivi e della posizione geografica), al fine di garantire le funzionalità tecniche, mostrarti pubblicità personalizzata, misurarne la performance, analizzare le nostre audience e migliorare i nostri prodotti e servizi. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalità indicate. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante "Preferenze". Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su "Accetta" o rifiutarne l'uso facendo click su "Rifiuta".

RifiutaPersonalizzaAccetta

Notizie Costiera Amalfitana - Notizie Costiera Amalfitana

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni su un dispositivo (e/o vi accediamo), quali cookie e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo per le finalità descritte sotto. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori di trattarli per queste finalità. In alternativa puoi fare clic per negare il consenso o accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Cookie strettamente necessari Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito e non possono essere disattivati ​​nei nostri sistemi. Di solito vengono impostati solo in risposta alle azioni da te effettuate che costituiscono una richiesta di servizi, come l'impostazione delle preferenze di privacy, l'accesso o la compilazione di moduli. È possibile impostare il browser per bloccare o avere avvisi riguardo questi cookie, ma di conseguenza alcune parti del sito non funzioneranno. Questi cookie non archiviano informazioni personali.

Cookie per pubblicità mirata Questi cookie possono essere impostati tramite il nostro sito dai nostri partner pubblicitari. Possono essere utilizzati da queste aziende per costruire un profilo dei tuoi interessi e mostrarti annunci pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma sono basati unicamente sull'individuazione del tuo browser e del tuo dispositivo internet. Se non si accettano questi cookie, riceverai una pubblicità meno mirata.

Rifiuta tuttoAccetta tuttoAccetta selezionati

Ultimo aggiornamento 6 ore fa S. Petronilla vergine

Notizie Costiera Amalfitana - Notizie Costiera Amalfitana

Notizie Costiera Amalfitana

GM Engineering srl, sicurezza, lavoro, ingegneriaSmall Boutique Hotel in Costiera Amalfitana, Villa Romana Hotel & SPAHotel Santa Caterina, Albergo 5 Stelle lusso ad Amalfi. Ristorante Il Glicine, stella Michelin ad Amalfi

Tu sei qui: CronacaTreviso, ennesimo incidente sul lavoro: muore operaia di 26 anni

Cronaca

incidenti sul lavoro, treviso, operaia, macchinario, pieve di soligo

Treviso, ennesimo incidente sul lavoro: muore operaia di 26 anni

Uccisa da un macchinario a Pieve di Soligo, Grishaj Anila. Il tragico evento è accaduto nel pomeriggio

Inserito da (Redazione Nazionale), martedì 14 novembre 2023 20:18:11

Non si ferma la mattanza, e i numeri sono impressionanti se si pensa che in un orizzonte temporale di lungo periodo - pari agli ultimi 20 anni - in Italia ci sono stati 20 mila morti sul lavoro. Ogni anno, mille morti. Quasi 100 morti ogni mese come già certificato dai dati Inail del 2022.

Grishaj Anila, operaia di 26 anni è stata uccisa da un macchinario che l'ha incastrata e schiacciata, all'altezza del capo, nella ditta di surgelati, a Pieve di Soligo, nel trevigiano.

Mentre stava lavorando, un macchinario dell'imballaggio, per cause in corso di accertamento l'ha colpita.

Una giovane operaia di soli 26 anni che ha perso la vita mentre stava lavorando e con delle sinistre e tragiche similitudini con la tragedia che provocò la morte di un'altra giovane operaia di 22 anni, Luana D'Orazio e mamma di un bambino, che perse la vita stritolata dentro un orditoio nel 2021, a Prato, durante il turno di lavoro nella ditta tessile che l'aveva assunta come apprendista.

Purtroppo nel bollettino ormai quasi quotidiano degli incidenti sul lavoro, quello che ha causato la morte di Grishaj Anila non è l'unico e - gravissimo - incidente della giornata.

Un altro operaio, di 59 anni, è deceduto in un incidente sul lavoro che si è verificato all'interno del polo chimico di Ravenna.

L'uomo, per cause ancora da chiarire, è stato colpito da un escavatore mentre lavorava all'interno di un cantiere.

A Sedigliano, in provincia di Udine, un giovane è rimasto gravemente ferito dopo essere stato schiacciato dagli pneumatici di un mezzo pesante in manovra ed è stato portato con un volo in ospedale.

Incidente sul lavoro anche in Trentino: un uomo di 43 anni, tecnico manutentore, è rimasto ferito in seguito ad una esplosione mentre stava controllando la caldaia nuova, al primo avvio, che si trova nell'autolavaggio di una officina.

Il ferito è rimasto ustionato alle braccia e al volto ed è stato trasportato in codice rosso con l'elicottero all'ospedale Santa Chiara di Trento.

"E' preoccupante leggere quotidianamente di incidenti sul lavoro quando dovrebbe essere il posto più sicuro del mondo dopo casa propria - sottolineano Gian Luca Fraioli, coordinatore della Uil Veneto-Treviso e Roberto Toigo, segretario generale della Uil Veneto -. Qualcosa non va e bisogna assolutamente rivedere e aggiornare, se necessario, i protocolli di sicurezza".

Nei primi sette mesi del 2023 sono 559 le vittime sul lavoro in Italia, delle quali 430 in occasione di lavoro (+4,4% rispetto a luglio 2022) e 129 in itinere (-17,8% rispetto a luglio 2022).

Alla Lombardia va la maglia nera per il maggior numero di vittime in occasione di lavoro (74). Seguono Veneto (40), Lazio (36), Campania e Piemonte (33), Emilia Romagna (31), Puglia (29), Sicilia (26), Toscana (21), Abruzzo (16), Marche (14), Umbria e Calabria (13), Friuli Venezia Giulia (12), Trentino Alto Adige e Liguria (11), Sardegna (10), Basilicata (5) e Valle d'Aosta e Molise (1).

Fermiamo la mattanza, non c'è più tempo.

Deve essere una battaglia di civiltà, non è possibile nel 2023 perdere la vita mentre si sta lavorando.

Fonte: Booble

Galleria Fotografica

Operaio<br />&copy; Foto di Janno Nivergall da Pixabay Operaio © Foto di Janno Nivergall da Pixabay

rank: 10917108

Cronaca

Cronaca

Infarto in caserma, il militare Vincenzo Alfano morto a 47 anni a Persano

A Persano, un militare dell'Esercito, il sergente maggiore aiutante Vincenzo Alfano è deceduto a causa di un infarto in caserma. Originario del casertano ma residente ad Altavilla Silentina, Alfano è stato trovato senza vita in ufficio dalla moglie, impiegata civile nel comprensorio militare, che ha...

Cronaca

Lotta al contrabbando: arrestato nel napoletano il conducente di un autocarro con 2 tonnellate di sigarette irregolari

Il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Napoli, nel corso di un intervento finalizzato al contrasto dei traffici illeciti, ha sequestrato, al confine con la provincia di Caserta, 1.800 Kg di tabacchi lavorati esteri di contrabbando, celati in un autocarro guidato da un cittadino italiano,...

Cronaca

Aggredisce i familiari e tenta di colpire i Carabinieri con un palo di ferro, uomo arrestato a Olevano sul Tusciano

Il 27 maggio, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Battipaglia hanno proceduto all'arresto di un uomo per resistenza e minaccia a pubblico ufficiale. Secondo quanto ricostruito dalla polizia giudiziaria, l'uomo ha aggredito la madre e la sorella. A seguito della richiesta...

Cronaca

Luca Piani, Alessandro Pozzi e Simone Giacomelli: chi sono i finanzieri del Soccorso Alpino morti a Val Masino

Sono Luca Piani, 33 anni, Alessandro Pozzi, 24 anni, e Simone Giacomelli, 23 anni, i tre giovani militari del Soccorso Alpino della Guardia di finanza (Sagf) che hanno perso la vita nel tragico incidente avvenuto ieri a Val Masino, in provincia di Sondrio. Secondo una prima ricostruzione, i tre sono...

Notizie Costiera Amalfitana - Notizie Costiera Amalfitana

Abbiamo notato che stai usando uno strumento che blocca gli annunci pubblicitari.

La pubblicità ci permette di offrirti ogni giorno un servizio di qualità.

Per supportarci disattiva l'AdBlock che stai utilizzando.