Ultimo aggiornamento 11 minuti fa S. Aurelio vescovo

Notizie Costiera Amalfitana - Notizie Costiera Amalfitana

Notizie Costiera Amalfitana

Ravello Festival 2024 - dal 30 giugno al 25 agosto la 72esima edizione del Festival della Musica in Costa d'Amalfi Maurizio Russo liquori e prodotti di eccellenza dal 1899 a Cava de' Tirreni. Elisir di Limone, il Limoncello di Maurizio Russo, è realizzato esclusivamente con limone IGP della Costa d'Amalfi Il San Pietro di Positano è uno degli alberghi più iconici della Costa d'Amalfi. Ospitalità di Lusso e Charme a PositanoGM Engineering srl, sicurezza, lavoro, ingegneriaSmall Boutique Hotel in Costiera Amalfitana, Villa Romana Hotel & SPAHotel Santa Caterina, Albergo 5 Stelle lusso ad Amalfi. Ristorante Il Glicine, stella Michelin ad Amalfi

Tu sei qui: CronacaAiutarono Matteo Messina Denaro, in manette tre insospettabili: l'architetto, il radiologo e l'operaio

Cronaca

Matteo Messina Denaro, arresti, indagini, Trapani, Milano, Monza, Brianza, Ros

Aiutarono Matteo Messina Denaro, in manette tre insospettabili: l'architetto, il radiologo e l'operaio

L'operazione costituisce il proseguimento dell'indagine che il 16 gennaio 2023 aveva portato all'arresto di Matteo Messina Denaro e di altre persone ritenute coinvolte nella sua latitanza. 

Inserito da (Redazione Costa d'Amalfi), mercoledì 27 marzo 2024 14:46:41

Il 27 marzo 2024, il Reparto Operativo Speciale (ROS) dei Carabinieri, con il supporto dei Comandi Provinciali di Trapani, Milano e Monza Brianza, ha eseguito un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Palermo su richiesta della locale Direzione Distrettuale Antimafia e Antiterrorismo nei confronti di tre persone, accusati di essere stati complici e fiancheggiatori del boss mafioso Matteo Messina Denaro, morto il 25 settembre del 2023 all'ospedale dell'Aquila.

Gli indagati sono:

- G. M., ritenuto appartenente all'associazione mafiosa Cosa Nostra, che avrebbe ceduto la propria identità a Matteo Messina Denaro per consentirgli di acquistare veicoli, sottoscrivere polizze assicurative, compiere operazioni bancarie ed eludere i controlli delle forze dell'ordine durante la sua latitanza. L'architetto vive a Limbiate, in provincia di Monza, e ricopre un incarico amministrativo al Comune

- L. C., tecnico radiologo, anch'egli ritenuto appartenente a Cosa Nostra, che avrebbe:

  • Messo a disposizione del sodalizio le sue competenze mediche e le sue relazioni personali all'interno di strutture sanitarie, in particolare l'ospedale di Mazara del Vallo dove Messina Denaro è stato ricoverato;
  • Consegnato a Messina Denaro un telefono cellulare con una scheda telefonica riservata durante la sua degenza post-operatoria;
  • Rappresentato un punto di riferimento per il latitante in relazione al suo percorso terapeutico.

- G. L. S., operaio, ritenuto di aver concorso, senza parteciparvi, nell'associazione mafiosa Cosa Nostra, assicurando a Messina Denaro dal 2007 al 2017 la disponibilità di un'utenza telefonica necessaria per la gestione dei suoi mezzi di trasporto.

L'operazione costituisce il proseguimento dell'indagine che il 16 gennaio 2023 aveva portato all'arresto di Matteo Messina Denaro e di altre persone ritenute coinvolte nella sua latitanza.

Fonte: Positano Notizie

Galleria Fotografica

Matteo Messina Denaro<br />&copy; Carabinieri Ros Matteo Messina Denaro © Carabinieri Ros

rank: 10764101

Cronaca

Cronaca

Spari in un lido a Torre Annunziata, panico tra i bagnanti

Momenti di paura ieri pomeriggio a Torre Annunziata, dove due uomini hanno sparato con una mitraglietta al Lido Azzurro, seminando il panico tra i bagnanti. Come scrive il quotidiano "Il Mattino", i due uomini, con il volto coperto con dei caschi integrali, avrebbero prima inseguito una persona, poi...

Cronaca

Tragedia a Torre del Greco, ragazzo di 17 anni annega in mare

Un ragazzo di 17 anni è morto annegato a Torre del Greco, vicino a una spiaggia libera di via Litoranea. La tragedia, come riporta Repubblica, si è consumata nella giornata di ieri. A perdere la vita è Piero Cirillo di Boscotrecase. Il ragazzo aveva deciso di concedersi qualche momento di relax al mare...

Cronaca

Salerno, detenuto aggredisce compagno di cella con una lametta: l'uomo non ce l'ha fatta

Episodio choc nel carcere di Salerno, dove ieri sera - 18 luglio - un detenuto magrebino, armato di una lametta, ha aggredito e sgozzato un connazionale al culmine di una lite. L'aggressore, un 24enne, è stato prontamente bloccato dagli agenti della polizia penitenziaria. La vittima, un 30enne magrebino,...

Cronaca

Tentativi di truffe agli anziani in Costiera Amalfitana: prestare attenzione

I Carabinieri segnalano nuovi tentativi di truffe agli anziani in Costiera Amalfitana e invitano tutti i cittadini a prestare massima attenzione e a istruire gli anziani sui comportamenti da adottare per evitare di cadere in inganno. È importante evitare di fornire i propri dati al telefono e di aprire...