Notizie Costiera Amalfitana - Notizie Costiera Amalfitana

Abbiamo a cuore la tua privacy

Come indicato nella cookie policy, noi e alcuni partner selezionati facciamo uso di tecnologie, quali i cookie, per raccogliere ed elaborare dati personali dai dispositivi (ad esempio l'indirizzo IP, tracciamenti precisi dei dispositivi e della posizione geografica), al fine di garantire le funzionalità tecniche, mostrarti pubblicità personalizzata, misurarne la performance, analizzare le nostre audience e migliorare i nostri prodotti e servizi. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalità indicate. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante "Preferenze". Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su "Accetta" o rifiutarne l'uso facendo click su "Rifiuta".

RifiutaPersonalizzaAccetta

Notizie Costiera Amalfitana - Notizie Costiera Amalfitana

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni su un dispositivo (e/o vi accediamo), quali cookie e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo per le finalità descritte sotto. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori di trattarli per queste finalità. In alternativa puoi fare clic per negare il consenso o accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Cookie strettamente necessari Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito e non possono essere disattivati ​​nei nostri sistemi. Di solito vengono impostati solo in risposta alle azioni da te effettuate che costituiscono una richiesta di servizi, come l'impostazione delle preferenze di privacy, l'accesso o la compilazione di moduli. È possibile impostare il browser per bloccare o avere avvisi riguardo questi cookie, ma di conseguenza alcune parti del sito non funzioneranno. Questi cookie non archiviano informazioni personali.

Cookie per pubblicità mirata Questi cookie possono essere impostati tramite il nostro sito dai nostri partner pubblicitari. Possono essere utilizzati da queste aziende per costruire un profilo dei tuoi interessi e mostrarti annunci pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma sono basati unicamente sull'individuazione del tuo browser e del tuo dispositivo internet. Se non si accettano questi cookie, riceverai una pubblicità meno mirata.

Rifiuta tuttoAccetta tuttoAccetta selezionati

Ultimo aggiornamento 4 ore fa S. Leone IX papa

Notizie Costiera Amalfitana - Notizie Costiera Amalfitana

Notizie Costiera Amalfitana

GM Engineering srl, sicurezza, lavoro, ingegneriaSmall Boutique Hotel in Costiera Amalfitana, Villa Romana Hotel & SPAHotel Santa Caterina, Albergo 5 Stelle lusso ad Amalfi. Ristorante Il Glicine, stella Michelin ad Amalfi

Tu sei qui: CronacaMorti bianche, Nordio: "No a introduzione reato di omicidio sul lavoro"

Cronaca

morti bianche, infortuni, omicidio, reato, lavoro, operaio, cantiere, appalti, nordio

Morti bianche, Nordio: "No a introduzione reato di omicidio sul lavoro"

Il ministro della Giustizia si dice contrario mentre il sindaco di Firenze, Nardella lo incalza: "Proponga altre soluzioni". Intanto nel palermitano, un operaio di 49 anni è morto travolto dal crollo di un muro. Fillea Cgil: "Già piangiamo un nuovo morto"

Inserito da (Redazione Nazionale), mercoledì 21 febbraio 2024 21:46:20

di Norman di Lieto

Neppure una settimana fa il crollo nel cantiere Esselunga a Firenze, oggi in mattinata a Nardò in provincia di Lecce, l'incidente mortale in cui ha perso la vita un collaudatore di 36 anni e, ancora, oggi, nel palermitano, il crollo di un muro è costato la vita ad un operaio di 49 anni.

Una mattanza continua.

Il governo vara una stretta sul lavoro nero e sugli appalti irregolari, fino allo stop dai bandi predisponendo un piano per rafforzare salute e sicurezza sul lavoro: più sanzioni, anche penali, più ispettori e controlli, formazione e qualificazione delle imprese.

Lunedì 26 febbraio, il governo vedrà i sindacati ed imprese, convocate a Palazzo Chigi a partire dalle 8.30. Mentre Cgil e Uil scioperano e la Cisl si mobilita.

Si prova ad usare il 'pugno di ferro': interdizione dagli appalti da due a cinque anni in caso di gravi violazioni o di accertata responsabilità penale per reati in materia di salute e sicurezza.

Mentre per le imprese irregolari si introduce anche lo stop ai benefici fiscali e contributivi.

Quello che si auspicava, invece, ovvero l'introduzione del reato di omicidio sul lavoro non c'è: è "contrario" il ministro della Giustizia, Carlo Nordio, che a tal proposito richiama l'esperienza dell'omicidio stradale, che "ha aumentato a dismisura la pena" e gli incidenti "non sono diminuiti ma aumentati".

Per questo, chiosa:

"Non ci sarebbe un effetto deterrente".

Si ragiona invece su una norma di coordinamento delle procure della Repubblica sulle attività di indagini.

Un tema rilanciato dai sindacati in piazza: i leader di Cgil e Uil, nella giornata dello sciopero di due ore proclamato insieme agli edili e ai metalmeccanici per dire "Mai più morti sul lavoro", manifestano proprio a Firenze nella zona del cantiere della tragedia chiedendo al governo di aprire "una trattativa seria, di chiacchiere ne ho già sentite troppe", attacca Maurizio Landini, "non sia il solito film dove ci tengono mezz'ora a palazzo Chigi per poi fare quello che vogliono".

Aspetto che evidenzia anche Pierpaolo Bombardieri:

"Vorremmo dare il nostro contributo e avere testi scritti. Se il governo pensa di informarci su quello che ha già deciso siamo sulla strada sbagliata". Pronti ad andare avanti "se lunedì non parte una strada nuova, fino ad arrivare a manifestare a Roma", avverte Landini.

Nel mirino gli appalti al massimo ribasso e i subappalti a cascata.

Si punta anche ad aumentare i controlli con i dati che confermano un quadro critico: nel 2023 nelle ispezioni in edilizia il livello di irregolarità è risultato pari al 76% e superiore all'85% nel caso di aziende impegnate in lavori collegati al Superbonus 110%, come riferisce Calderone al Cdm.

La ministra fa il punto anche sugli ispettori - 3.198 dell'Ispettorato nazionale del lavoro, a cui si aggiunge il personale ispettivo del Nucleo carabinieri, dell'Inps e dell'Inail - e assicura che quest'anno sarà possibile fare il 40% in più di controlli rispetto al 2023.

E che saranno sbloccate le assunzioni per incrementare di 500 unità il contingente dell'Inl (Ispettorato nazionale del Lavoro):

Su quanto dichiarato da Nordio è intervenuto il sindaco di Firenze, Dario Nardella, contrariato dalla posizione del Guardasigilli:

Mi pare una risposta a caldo, partire con un no non mi sembra un grande gesto di disponibilità al confronto. Se il ministro Nordio propone altre soluzioni parliamone e non abbiamo bisogno né di spot né di passerelle".

Intanto, Alberto Rizzo, capo di gabinetto del ministro della Giustizia Carlo Nordio, si è dimesso.

Rizzo, al ministero fin dall'inizio del mandato del Guardasigilli nel 2022, ha formalizzato oggi la rinuncia al suo incarico e depositato al Consiglio superiore della magistratura la richiesta di rientro in ruolo.

Come detto, anche oggi, si registrano altri morti sul lavoro, dopo Nardò in provincia di Lecce, nel pomeriggio un altro morto sul lavoro, questa volta a a Campofelice di Roccella, nel palermitano.

Il segretario generale della Fillea Cgil Palermo Piero Ceraulo ha ricordato Mario Cirincione, l'operaio di 49 anni, morto oggi in un cantiere travolto dal crollo di un muro.

La vittima era iscritto alla Fillea Cgil, un militante che frequentava abitualmente le sedi sindacali e con il quale la Fillea aveva un rapporto stretto:

"Una tragedia dietro l'altra, ormai è un continuo, oggi è una giornata che rattrista tutti. Neanche il tempo di portare a termine un'azione di sciopero per rivendicare più sicurezza e denunciare quanto accade ogni giorno nei cantieri edili. E già piangiamo un nuovo morto.

Siamo senza parole: esprimiamo innanzitutto il nostro dolore e la nostra vicinanza alla famiglia.

Di nuovo una tragedia in un cantiere privato, dove si stava intervenendo nella fase della messa in sicurezza del muro di recinzione di una villa in ristrutturazione, tra Campofelice e Lascari.

Il muro è crollato e l'operaio è rimasto travolto. Adesso bisognerà capire se erano stati presi i dovuti accorgimenti e fatti i rodaggi necessari per capire in che condizioni si trovava il muro.

Ci si interroga sulle misure di sicurezza adottate. Tutte domande che ci facciamo e vorremmo una riposta per capire la dinamica di questo tragico infortunio. Di sicuro l'operaio non ha avuto scampo.

Oggi abbiamo scioperato e la dimostrazione che la protesta era necessaria è esattamente quello che si è verificato oggi, la morte di un altro operaio nei cantieri palermitani, che lascia sgomenti e che impone a tutti di intervenire senza se e senza ma - aggiunge Ceraulo - E' anche difficile da dire, ma per noi vale lo stesso principio, sia che si tratti di un morto, di due o di cinque:
la reazione non può che essere la stessa. Chiederemo con forza il tavolo di monitaraggio. A questo punto andremo dal prefetto perché diventa fondamentale il tavolo su salute e sicurezza nei cantieri edili''.

FONTE FOTO: pagina FB Bombardieri, segretario generale UIL (entrambe)

Fonte: Booble

Galleria Fotografica

Morti bianche, Nordio: "No a introduzione reato di omicidio sul lavoro"
Fiori davanti cantiere Esselunga a Firenze<br />&copy; pagina FB Bombardieri, sg UIL Fiori davanti cantiere Esselunga a Firenze © pagina FB Bombardieri, sg UIL

rank: 10334108

Cronaca

Cronaca

Treviso, investito dal papà in retromarcia: bimbo di un anno e mezzo muore in ospedale

Dolore e sgomento a Dosson di Casier, in provincia di Treviso. Non ce l'ha fatta Matteo Vidali, il bimbo di un anno e mezzo investito dal padre che stava facendo retromarcia con l'auto nel giardino di casa. Come riporta Sky TG24, il genitore non si era accorto della presenza del piccolo e lo ha travolto...

Cronaca

Napoli, incidente in galleria: Michele muore a soli 37 anni

Tragedia in tarda mattinata nella galleria di Piazza Sannazaro a Napoli, dove si è verificato un violento incidente che provocato la morte di Michele Angelillo. Il 37enne, come riporta il quotidiano "Il Mattino", era alla guida di una Honda SH 300 quando, per cause ancora in corso di accertamento, ha...

Cronaca

Agerola, nasconde pistola clandestina nella controsoffittatura: arrestato imprenditore

Un imprenditore di 58 anni, con precedenti, è stato arrestato dai carabinieri di Agerola per detenzione di arma clandestina. Durante una perquisizione presso il distributore di carburante che gestisce con sua figlia, i carabinieri hanno trovato una pistola Titan calibro 25 con matricola abrasa e 6 proiettili...

Cronaca

Ospedale di Nola, parente di una paziente distrugge il pronto soccorso e ferisce infermiere e guardie giurate

Momenti di paura stanotte all'Ospedale Santa Maria della Pietà di Nola, dove un parente di una paziente ha distrutto il pronto soccorso con una spranga di ferro. Come racconta l'organizzazione "Nessuno tocchi Ippocrate", il parente pretendeva di entrare in OBI (osservazione breve intensiva) per fare...

Notizie Costiera Amalfitana - Notizie Costiera Amalfitana

Abbiamo notato che stai usando uno strumento che blocca gli annunci pubblicitari.

La pubblicità ci permette di offrirti ogni giorno un servizio di qualità.

Per supportarci disattiva l'AdBlock che stai utilizzando.