Ultimo aggiornamento 7 ore fa S. Cristina vergine

Notizie Costiera Amalfitana - Notizie Costiera Amalfitana

Notizie Costiera Amalfitana

Ravello Festival 2024 - dal 30 giugno al 25 agosto la 72esima edizione del Festival della Musica in Costa d'Amalfi Maurizio Russo liquori e prodotti di eccellenza dal 1899 a Cava de' Tirreni. Elisir di Limone, il Limoncello di Maurizio Russo, è realizzato esclusivamente con limone IGP della Costa d'Amalfi Il San Pietro di Positano è uno degli alberghi più iconici della Costa d'Amalfi. Ospitalità di Lusso e Charme a PositanoGM Engineering srl, sicurezza, lavoro, ingegneriaSmall Boutique Hotel in Costiera Amalfitana, Villa Romana Hotel & SPAHotel Santa Caterina, Albergo 5 Stelle lusso ad Amalfi. Ristorante Il Glicine, stella Michelin ad Amalfi

Tu sei qui: CronacaTragedia di Furore, il legale dello skipper accusa comandante veliero di «influenzare la direzione delle indagini»

Cronaca

Furore, Costiera Amalfitana, motoscafo, veliero

Tragedia di Furore, il legale dello skipper accusa comandante veliero di «influenzare la direzione delle indagini»

Le perizie tecniche non si stanno concentrando solo sul motoscafo guidato dal 30enne di Massa Lubrense, che è stato indagato per omicidio colposo e naufragio colposo perché positivo all’alcol test e al drug test, ma anche sul veliero, il cui comandante è risultato “pulito”

Inserito da (PNo Editorial Board), mercoledì 9 agosto 2023 11:36:54

L’incidente marittimo che il 3 agosto scorso ha scosso la Costa d’Amalfi, ha colpito profondamente l'intera comunità locale. A 6 giorni dalla tragica collisione in mare al Fiordo di Furore, che ha portato alla morte della turista americana Adrienne Vaughan, il veliero Tortuga continua ad essere ancorato al molo Manfredi di Salerno, nonostante la richiesta di dissequestro avanzata dai legali del suo comandante e proprietario. Lo scrive oggi il quotidiano "Il Mattino".

La Procura, infatti, sta ancora conducendo gli accertamenti necessari a chiarire le dinamiche dell'incidente tra il veliero Tortuga e il gozzo Aprea Mare, a bordo del quale viaggiava la sfortunata turista.

Com'è prassi, le perizie tecniche non si stanno concentrando solo sul motoscafo guidato dal 30enne di Massa Lubrense, che è stato indagato per omicidio colposo e naufragio colposo perché positivo all’alcol test e al drug test, ma anche sul veliero, il cui comandante è risultato "pulito".

Il legale dello skipper, nel frattempo, ci ha tenuto a precisare che «è essenziale attendere rispettosamente i risultati dell'esame autoptico e delle perizie tecniche dell'incidente», contestando «le dichiarazioni che sono state riportate su alcune testate giornalistiche e attribuite al comandante del Tortuga. Queste dichiarazioni, oltre a essere inappropriate date le indagini in corso, sembrano costituire un tentativo inaccettabile di influenzare la direzione delle indagini».

Il comandante del veliero, infatti, a "Il Mattino" aveva dichiarato: «Quella è stata una manovra suicida, quel marinaio era un esaltato. La cosa che più mi fa male e, soprattutto, che mi è rimasta impressa nella mente sono quei due bambini seduti su una panchina del porto di Amalfi che, alle 11 di sera, avevano ancora i costumi addosso e non sapevano che la mamma era morta. Ho due figli di quell'età e in loro ho rivisto i miei ragazzi».

In risposta, l'avvocato del comandante Gallo ha replicato: «Credo che chiunque sia coinvolto nelle indagini, sia presso la Procura che presso la Capitaneria, non sia così ingenuo da farsi guidare semplicemente dalle dichiarazioni di terzi. È indubbio che il mio cliente abbia deliberatamente fornito una testimonianza delle circostanze che ha osservato, in quanto ha vissuto un'esperienza traumatica sia come padre che come professionista. È evidente che è stata la piccola imbarcazione a impattare con il veliero. Come già chiarito dalla Procura, non vi sono dubbi sulla dinamica dell'incidente, ma piuttosto sulle cause che non sono in alcun modo imputabili alla condotta del veliero».

Leggi anche:

Morte turista a Furore, lo skipper indagato per omicidio e naufragio colposo. Parla il Procuratore Capo

Collisione in mare in Costa d'Amalfi, comandante del Tortuga sullo skipper: «Non ho capito la manovra, era esaltato»

Furore: la turista morta nell'incidente al Fiordo era Adrienne Vaughan, presidente della casa editrice di Harry Potter

Fonte: Il Vescovado

Galleria Fotografica

rank: 101898105

Cronaca

Cronaca

Occupava abusivamente 365 metri quadri di spiaggia libera, denunciato gestore a Casal Velino

Nell'ambito dell'attività di monitoraggio e controllo del litorale di competenza, il personale del dipendente Ufficio Locale Marittimo di Acciaroli, congiuntamente con personale dell'Ufficio Circondariale Marittimo di Agropoli, ha accertato nel litorale ricadente nel Comune di Casal Velino (SA) una abusiva...

Cronaca

Sequestrate 38 piante di marijuana nell'avellinese: crescevano rigogliose sul suolo demaniale

Continua senza sosta l'attività di controllo del territorio coordinata dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Avellino, guidata dal Colonnello Salvatore Minale, mirata al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti. In un'operazione congiunta, i militari della Tenenza e della Stazione...

Cronaca

Da Boscoreale ad Eboli per spacciare droga: nei guai 4 persone

In data odierna, i Carabinieri di Salerno hanno dato esecuzione a un'ordinanza applicativa di misure cautelari emessa dal GIP del Tribunale di Salerno su richiesta della Procura della Repubblica, nei confronti di 4 soggetti - di cui 3 destinatari della misura degli agli arresti domiciliari, 1 dell'obbligo...

Cronaca

Napoli, scoperto lido abusivo a Coroglio: scattano denunce e sequestri

Gli agenti della Polizia Locale di Napoli ha condotto una vasta operazione congiunta in collaborazione con la Capitaneria di Porto, la Guardia di Finanza e il Commissariato di Bagnoli nell'area di Coroglio, precedentemente nota come ex Sbarcatoio di Nisida. Al termine dei controlli, che hanno visto l'impiego...