Ultimo aggiornamento 3 minuti fa S. Aurelio vescovo

Notizie Costiera Amalfitana - Notizie Costiera Amalfitana

Notizie Costiera Amalfitana

Ravello Festival 2024 - dal 30 giugno al 25 agosto la 72esima edizione del Festival della Musica in Costa d'Amalfi Maurizio Russo liquori e prodotti di eccellenza dal 1899 a Cava de' Tirreni. Elisir di Limone, il Limoncello di Maurizio Russo, è realizzato esclusivamente con limone IGP della Costa d'Amalfi Il San Pietro di Positano è uno degli alberghi più iconici della Costa d'Amalfi. Ospitalità di Lusso e Charme a PositanoGM Engineering srl, sicurezza, lavoro, ingegneriaSmall Boutique Hotel in Costiera Amalfitana, Villa Romana Hotel & SPAHotel Santa Caterina, Albergo 5 Stelle lusso ad Amalfi. Ristorante Il Glicine, stella Michelin ad Amalfi

Tu sei qui: CronacaNapoli, dottoressa minacciata di morte dal padre di un piccolo paziente

Cronaca

Napoli, minacce, cronaca

Napoli, dottoressa minacciata di morte dal padre di un piccolo paziente

La segnalazione del personale all’associazione “Nessuno tocchi Ippocrate”

Inserito da (Redazione Costa d'Amalfi), venerdì 13 ottobre 2023 06:24:24

Ennesima aggressione a danno del personale sanitario napoletano. Stavolta è accaduto al pronto soccorso dell'ospedale pediatrico Santobono. dove il padre di un piccolo paziente ha minacciato di morte una dottoressa. La vicenda è stata raccontata dal personale della struttura all'associazione "Nessuno tocchi Ippocrate":

Riportiamo per intero la segnalazione del personale:

"Ancora una volta mi trovo costretta a rivolgermi a voi, ancora una volta sono qui a parlavi dell'ennesima aggressione avvenuta al pronto soccorso del Santobono.

Stamane, alle ore 8 circa, giungeva al nostro triage un piccolo paziente per riferita febbre da poche ore, viene normalmente registrato e gli viene assegnato un codice verde in quanto i parametri vitali erano tutti nella norma, nessun parametro alterato e il bambino non era sofferente.

Alle 8.13, quindi dopo ben 13 minuti, il padre del piccolo paziente decide di fare irruzione all'interno del box visite iniziando ad insultare verbalmente con parole scurrili e minacce verbali di aggressione fisica, sessuale e di morte la dottoressa in questione. Nonostante il repentino intervento delle guardie giurate di turno, il gentil padre ha continuato ad inveire contro la dottoressa la quale ha avuto un malore e si è trovata costretta a doversi refertare e ad abbandonare il proprio posto di lavoro per recarsi presso altro ospedale e successivamente al commissariato per svolgere doverosa denuncia.

Questo è l'ennesimo caso di aggressione, ogni giorno ne avvengono tanti e ormai non riusciamo nemmeno più a contarli.
Il gentil padre ha ben pensato che 13 minuti di attesa erano troppi da aspettare. Ha ben pensato che aggredendo il medico avrebbe ottenuto una visita in minor tempo, ha ben pensato che così facendo le attese nei pronto soccorso diminuiranno. Non ha messo in conto però che così facendo, continuando ad aggredita il personale sanitario le attese non diminuiranno ma aumenteranno perché a breve non ci sarà più abbastanza personale sanitario da garantire il servizio pubblico.
A breve andremo tutti via, scapperemo da questa sanità che non ci tutela, scapperemo da questa realtà che non ci permette di svolgere con serenità il nostro lavoro.

Vorrei inoltre ribadire che il pronto soccorso non è un ambulatorio per visite mediche, il pronto soccorso è per le urgenze ed emergenze. In pronto soccorso non si va perché "il mio pediatra non risponde a telefono".

Non si va "perché il mio pediatra senza tampone non visita mia/o figlia/o" ecc ecc.

Sono qui, a nome di tutti i miei colleghi infermieri, medici e oss a chiedere, ancora una volta, aiuto a chi di dovere. Abbiamo bisogno di personale, abbiamo bisogno di un drappello che ci tuteli e ci aiuti a garantire il pubblico servizio, abbiamo bisogno che il territorio inizi a lavorare meglio, abbiamo bisogno che i pediatri visitino i loro assistiti SEMPRE.
Siamo saturi, stanchi."

Fonte: Positano Notizie

Galleria Fotografica

Santobono<br />&copy; Nessuno tocchi Ippocrate Santobono © Nessuno tocchi Ippocrate

rank: 10055109

Cronaca

Cronaca

Spari in un lido a Torre Annunziata, panico tra i bagnanti

Momenti di paura ieri pomeriggio a Torre Annunziata, dove due uomini hanno sparato con una mitraglietta al Lido Azzurro, seminando il panico tra i bagnanti. Come scrive il quotidiano "Il Mattino", i due uomini, con il volto coperto con dei caschi integrali, avrebbero prima inseguito una persona, poi...

Cronaca

Tragedia a Torre del Greco, ragazzo di 17 anni annega in mare

Un ragazzo di 17 anni è morto annegato a Torre del Greco, vicino a una spiaggia libera di via Litoranea. La tragedia, come riporta Repubblica, si è consumata nella giornata di ieri. A perdere la vita è Piero Cirillo di Boscotrecase. Il ragazzo aveva deciso di concedersi qualche momento di relax al mare...

Cronaca

Salerno, detenuto aggredisce compagno di cella con una lametta: l'uomo non ce l'ha fatta

Episodio choc nel carcere di Salerno, dove ieri sera - 18 luglio - un detenuto magrebino, armato di una lametta, ha aggredito e sgozzato un connazionale al culmine di una lite. L'aggressore, un 24enne, è stato prontamente bloccato dagli agenti della polizia penitenziaria. La vittima, un 30enne magrebino,...

Cronaca

Tentativi di truffe agli anziani in Costiera Amalfitana: prestare attenzione

I Carabinieri segnalano nuovi tentativi di truffe agli anziani in Costiera Amalfitana e invitano tutti i cittadini a prestare massima attenzione e a istruire gli anziani sui comportamenti da adottare per evitare di cadere in inganno. È importante evitare di fornire i propri dati al telefono e di aprire...